ottavocolle_logo

Ottavo Colle

Interroghiamo i luoghi, camminiamo insieme.

ottavocolle_logo

Ottavo Colle

Interroghiamo i luoghi, camminiamo insieme.
Ottavo Colle è un punto di osservazione, un luogo dell’immaginario che si propone di osservare le trasformazioni e le dinamiche delle metropoli e delle identità urbane in movimento. Una rete di ricercatori sociali, artisti, musicisti, poeti che insieme sta raccontando la città che cambia con tutti i suoi linguaggi.

Irene Ranaldi, presidente Ottavo Colle        

18920320_10155487362344828_2383541021928359547_n
18920320_10155487362344828_2383541021928359547_n
Ottavo Colle è un punto di osservazione, un luogo dell’immaginario che si propone di osservare le trasformazioni e le dinamiche delle metropoli e delle identità urbane in movimento. Una rete di ricercatori sociali, artisti, musicisti, poeti che insieme sta raccontando la città che cambia con tutti i suoi linguaggi.

Irene Ranaldi, presidente Ottavo Colle        

Le incursioni urbane

 

Spazi dismessi, aree di archeologia industriale, “periferie” storiche delle città italiane oggetto di gentrification.

Per Ottavo Colle il cammino significa azione, costruzione e narrazione. Il percorso in uno spazio non è soltanto la linea che disegna l’atto di attraversare, ma è il racconto dello spazio attraversato.

Qui alcune proposte:

Il Monte dei Cocci – l’Ottavo Colle di Roma, Corviale, la Beat Generation al cimitero acattolico, Archeologia industriale tra Testaccio, Ostiense e Marconi, il Parco degli Acquedotti ricordando l’esperienza con i baraccati della “Scuola 725” di Don Sardelli; sulle tracce di Pasolini leggendo Accattone al Quadraro, Passeggiata a bordo del Tram 19, le 12 borgate ufficiali di Roma (Trullo, San Basilio, Pietralata, Acilia, Tormarancia, Tiburtino III, Tufello, Gordiani, Prenestino, Quarticciolo, Primavalle), Garbatella il borgo marinaro, passeggiata a Ostia leggendo “Amore Tossico” di Caligari, ecc. 

Le incursioni urbane

Spazi dismessi, aree di archeologia industriale, “periferie” storiche delle città italiane oggetto di gentrification.

Per Ottavo Colle il cammino significa azione, costruzione e narrazione. Il percorso in uno spazio non è soltanto la linea che disegna l’atto di attraversare, ma è il racconto dello spazio attraversato.

Qui alcune proposte:

Il Monte dei Cocci – l’Ottavo Colle di Roma, Corviale, la Beat Generation al cimitero acattolico, Archeologia industriale tra Testaccio, Ostiense e Marconi, il Parco degli Acquedotti ricordando l’esperienza con i baraccati della “Scuola 725” di Don Sardelli; sulle tracce di Pasolini leggendo Accattone al Quadraro, Passeggiata a bordo del Tram 19, le 12 borgate ufficiali di Roma (Trullo, San Basilio, Pietralata, Acilia, Tormarancia, Tiburtino III, Tufello, Gordiani, Prenestino, Quarticciolo, Primavalle), Garbatella il borgo marinaro, passeggiata a Ostia leggendo “Amore Tossico” di Caligari, ecc. 

Iscriviti subito alla newsletter

E rimani aggiornato su tutti i nuovi eventi di Ottavo Colle

Per prenotarsi agli eventi:

prenotazioniottavocolle@gmail.com

Iscriviti subito alla newsletter

E rimani aggiornato su tutti i nuovi eventi di Ottavo Colle

Per prenotarsi agli eventi:

prenotazioniottavocolle@gmail.com
Condividi: